Archivio Tag: Christopher A. Viehbacher

I collegamenti delle case farmaceutiche sono la bellezza della natura dell’economia

Tanto per fare un esempio. Case farmaceutiche Bioenvision –  Genzyme – Sanofi

 

La Bioenvision è una società biofarmaceutica emergente che sviluppa e commercializza farmaci per il trattamento del cancro ha la sede principale a New York ma altre a Edimburgo e Scozia. Uno dei farmaci su cui ha puntato maggiormente è la Clofarabina. Con la Clofarabina, la strategia societaria è stata quella di completare lo sviluppo del farmaco e di ottenerne l’autorizzazione all’immissione in commercio per il trattamento delle leucemie acute pediatriche (ALL e AML) sia in USA che in Europa. Ovviamente per poter accedere a questi mercati era doverosa la vendita di proprie azioni ad altra società farmaceutica con più potere e capacità commerciali nel resto del mondo.

La Genzyme Corporation diviene un’azienda Sanofi nel 2011 e in quella data  Christopher A. Viehbacher, CEO di sanofi-aventis dichiarò: “L’acquisizione di Genzyme rappresenta una tappa importante nella strategia di crescita sostenibile di  sanofi-aventis con il contributo di una significativa nuova piattaforma di crescita e l’ampliamento della nostra presenza in ambito biotecnologico” – “Insieme, le nostre due aziende offriranno straordinarie competenze, impegno e risorse in ambito biotecnologico, in particolare per le patologie rare, oltre ai comuni tratti culturali fra cui la centralità del paziente nella missione e i forti impegni nei confronti delle comunità a cui ci rivolgiamo. Stiamo già facendo progressi nelle straordinarie opportunità rese possibili dall’unione di queste due aziende con un processo d’integrazione che sta procedendo bene e secondo la prevista tabella di marcia”. Henri A. Termeer, Presidente del Consiglio d’Amministrazione, Presidente e CEO uscente di Genzyme Corporation, dichiarò: “Il processo avviato con sanofi-aventis conferma le enormi opportunità che esistono dall’aggregazione delle nostre due aziende” – “Questo momento è un catalizzatore di cambiamento per entrambe le nostre aziende e stiamo sviluppando una vision davvero entusiasmante per un futuro assieme che attinga al meglio di ciascuna delle due parti. In futuro Genzyme continuerà a essere un soggetto vivace capace di rispondere al bisogno di terapie innovative che cambiano le vite dei pazienti che soffrono di serie malattie”.

Intrecci nella ricerca scientifica: licenze e sub-licenze

Bioenvision deteneva una licenza esclusiva mondiale per Clofarabina, ma ha concesso una sub-licenza esclusiva a Genzyme per co-sviluppare l’utilizzo della Clofarabina nella cura delle leucemie negli Stati Uniti e in Canada. Genzyme sta commercializzando la Clofarabina come medicinale oncologico negli Stati Uniti e in Canada con il marchio Clolar (R). Bioenvision detiene una licenza esclusiva negli Stati Uniti e in Canada per tutte le indicazioni non tumorali. Bioenvision originariamente ha ottenuto i diritti alla commercializzazione da Southern Research Institute.

Il Southern Research Institute è un’organizzazione senza scopo di lucro che conduce di base e ricerca applicata sponsorizzata da organizzazioni commerciali e non in settori quali la Drug Discovery, sviluppo di farmaci e di Ingegneria e Scienze Ambientali. Il Southern Research Institute ha un lungo programma per quanto concerne le ricerche di farmaci in campo oncologico. Gli scienziati dell’istituto sono accreditati con la scoperta di sette farmaci attualmente utilizzati e che sono stati approvati dalla US Food and Drug Administration compreso carmustina, lomustina, dacarbazina, fludarabina, amifostina, la clofarabina e l’ultima pralatrexate. Ricercatori di alto livello hanno lavorato presso l’istituto tra questi vi sono Howard Skipper, John Montgomery, Frank Schabel e Lee Bennett Jr.

Il Southern Research Institute in qualità di principale organizzazione di ricerca a contratto, fornisce servizi di sviluppo di farmaci preclinici alle aziende farmaceutiche e biotecnologiche in outsourcing

Research Southern offre servizi in tutte le fasi della scoperta di nuovi farmaci in fase iniziale e il processo di sviluppo e fornisce ai clienti servizi completi e un sostegno per aiutarli a razionalizzare i loro programmi di scoperta e sviluppo di farmaci personalizzati

P.S.

Tra milioni di dollari e medaglie. I golosi, a volte, sono anche vanitosi

 

Genzyme Corporation nel 2010 è stata la terza più grande società di biotecnologie al mondo. Come filiale di Sanofi, è presente in circa 65 paesi, tra cui 17 impianti di produzione e 9 laboratori di test genetici. I suoi prodotti sono venduti in 90 paesi.

Nel 2007, Genzyme ha generato 3,8 miliardi dollari di fatturato, con oltre 25 prodotti nel mercato. Nel 2006 e 2007 Genzyme è stata definita come una delle 100 migliori aziende per cui lavorare. L’azienda ha donato 83 milioni dollari di dollari di prodotti in tutto il mondo, e nel 2006, ha fatto 11 milioni dollari in donazioni in denaro.

Nel 2005, inoltre, ha ricevuto la National Medal of Technology –  il più alto livello d’onore rilasciato dal presidente degli Stati Uniti a innovatori americani. Genzyme ha speso più di 8,2 milioni dollari in lobbying dal 2007 al 2009.

Nel solo 2009, aveva 10 diverse organizzazioni, con un totale di 49 gruppi di pressione che lavoravano per suo conto