L’obiezione di coscienza

Lo ha detto a me: “Io finché c’è battito non posso intervenire perché sono obiettore di coscienza. Siamo nelle mani del Signore”

Francesco Castro, il marito di Valentina Milluzzo morta con i suoi due gemellini di cinque mesi, riferisce ciò che, a suo dire, il medico del reparto di Ginecologia del Cannizzaro di Catania gli avrebbe detto per poter giustificare il suo “non intervento per salvare la vita” alla donna.

Francesco Castro accusa così l’unico dottore presente quel giorno.

Il medico nega di aver pronunciato quella frase.

I magistrati indagano i 12 medici del reparto come atto dovuto.

Gli ispettori del Ministero della Salute prendono visione delle cartelle cliniche e delle testimonianze e qualche giorno dopo dichiarano: “… non si evidenziano elementi correlabili all’argomento obiezione di coscienza”

 

Obiezione di coscienza

Lascio un commento