Forodesina cloridrato. Invisibile anche per Wikipedia

Wikipedia, il più grande portale d’informazione open source, ha rifiutato le informazioni aggiuntive riguardanti un famaco – forodesina cloridrato – per la leucemia “senza dubbio efficace” e mai entrato in commercio.

Su Wikipedia non c’é la voce Forodesina in italiano, né c’é la voce Forodesina cloridrato, c’é solo in inglese, Forodesine, una pagina semi abbandonata e scarna d’informazioni.

Le informazioni che avevo messo nella pagina di Wikipedia in italiano erano documentate, frutto di un grande lavoro di ricerca personale durato quasi otto anni. Le informazioni riguardavano le 14 sperimentazioni degli ultimi 10 anni, i loro risultati e diverse curiosità come le differenze con la sua rivale, la Nelarabina, entrata in commercio con risultati poco soddisfacenti e con modalità “eccezionali”, curiosità come la non tossicità della Forodesina cloridrato  in confronto ai chemioterapici specifici per la leucemia e i linfomi aggressivi che provocano sterilità da ciclofosfamide, miocardiopatia da antracicline, leucemia mieloide acuta secondaria da epipodofillotossina, e curiosità più semplici come quelle contenute nel mio libro “Qualcosa che non muore” dove racconto la storia vera dell’ultima sperimentazione della Forodesina cloridrato per il linfoma linfoblastico cellule T del 2007, sperimentazione sospesa dalla BioCryst per una banalità facendo di fatto morire tutti i partecipanti che non avevano altra possibilità di cura, e non avevano altra scelta che rassegnarsi al volere e agli interessi di una o più case farmaceutiche e dei loro collaboratori.

Wikipedia in 40 minuti ha cancellato la bozza della pagina che avevo creato scrivendo questo messaggio:

questa pagina è stata cancellata: alle 12:03, il 27 feb 2015 Ignisdelvega ha cancellato la pagina Utente: Linoberton ((C1) Pagina o sottopagina vuota, di prova, senza senso o tautologica: l’unico contributore era ‘Linoberton’.

Ho riprovato a ricreare per la seconda volta la voce Forodesina su Wikipedia, ho tolto i link che rimandava al mio sito e al sito della BioCryst, tra l’altro la voce Collegamenti esterni” – per i siti ufficiali – fa parte delle sottovoci di Wikipedia presenti in ogni sua pagina, ma il risultato è stato ancora più veloce:

questa pagina è stata cancellata: alle 18:21, il 27 feb 2015 Ignisdelvega ha cancellato la pagina Utente:Linoberton ((C4) Contenuto palesemente non enciclopedico o promozionale, CV: l’unico contributore era ‘Linoberton’.

Creare una voce che descriva e che permetta di inserire anche il marchio di chi ha inventato dei prodotti d’interesse pubblico, non credo abbia un valore enciclopedico superiore alle informazioni che avevo inserito in lingua italiana su una cura per la leucemia e di altri linfomi aggressivi a cellule T e B che portano tuttora alla morte e che per i motivi più strani non viene messa in commercio. Solo per la leucemia linfoblastica acuta infantile, vengono diagnosticati 3000 casi ogni anno negli Usa e 5000 in Europa – moltissimi dei quali muoiono perche’ non ci sono sufficienti e specifiche terapie e muoiono senza sapere che esisterebbero anche altre possibilità se il mondo della ricerca non fosse pieno di ignavi e di interessi.

 

P.S. Dopo la sospensione della sperimentazione in fase IIb del 2007 per il linfoma linfoblastico cellule T a pochissimi mesi dalla possibile messa in commercio, la Forodesina viene tuttora usata da otto anni per fare nuove sperimentazioni su malattie sempre diverse e ottenere la designazione di farmaco orfano per più malattie rare con le conseguenti esclusive. La Forodesina è stata venduta nel 2011 dalla BioCryst alla Mundipharma per alcuni milioni di euro per l’esclusiva mondiale alla commercializzazione, e la Forodesina cloridrato non va in commercio avvantaggiando di fatto la Nelarabina della Glaxo.

NOTA: Wikipedia ha permesso la creazione della pagina solo ad agosto 2016, dopo l’articolo di Gioia Locati su blog.ilgiornale.it.

Wikipedia ha bisogno di fonti

 

Lascio un commento